Farro Monococco

Il monococco, detto farro piccolo, è il primo cereale ad essere stato coltivato e utilizzato dall’uomo oltre 10.000 anni fa.

É una specie tipicamente mediterranea, molto presente anche in Italia e che, per migliaia di anni, ha costituito la base della dieta delle popolazioni agricole insieme al farro dicocco.

Il monococco, per incroci spontanei con altre specie di Triticumha dato origine a gran parte dei frumenti oggi conosciuti (dicocco, frumento duro, frumento tenero e altri). Ed è per questo che possiamo, senza dubbio, definirlo “il padre di tutti i frumenti”.

La sua coltivazione è stata quasi abbandonata durante l’Età del Bronzo (4-5000 anni fa), quando gli agricoltori iniziarono a utilizzare altre specie di frumenti più facile da coltivare e con maggiori rese.

Sotto il profilo nutrizionale il monococco è particolarmente ricco di antiossidanti.

Le proprietà antiossidanti del farro monococco

Nel confronto con una varietà di frumento tenero, il farro monococco presenta:

  • un contenuto proteico superiore;
  • un più elevato contenuto di ceneri e microelementi (ferro, zinco, magnesio, fosforo, potassio ecc.);
  • una bassa presenza di acidi grassi saturi;
  • un minor contenuto in amido e una migliore digeribilità;
  • una più elevata presenza di antiossidanti e pigmenti gialli (carotenoidi, tra cui il beta-carotene, precursore della vitamina A);
  • un più alto contenuto di tocoli (vitamina E).

Fonte: sperimentazione condotta nell’ambito del progetto di ricerca n. 1018: “Monococco per l’innovazione cerealicola ed alimentare” (MonICA).

Il farro monococco in cucina

La farina di farro monococco presenta ottime caratteristiche per dolci, pane, pizza e altri prodotti da forno.

Essendo il glutine meno tenace rispetto a quello del frumento tenero, l’impasto ottenuto con farina di farro monococco risulta meno elastico, più friabile e quindi più adatto alla realizzazione di paste frolle e impasti per biscotti, pasticcini e crostate.

Grazie a queste proprietà, per ottenere un buon impasto friabile servono generalmente meno grassi rispetto a quelli che si utilizzerebbero con la farina di frumento.

L’alto contenuto di pigmenti carotenoidi inoltre, l’impasto presenta una spiccata colorazione gialla.

Crostata di farro monococco

Scopri il farro monococco con le nostre farine macinate a pietra naturale